Vendetta Lazio: Inzaghi supera Gasperini in classifica.

Correa, Lazio, Inzaghi, giustizia

Stesso stadio, stesse squadre. Dopo il quarto di finale di mercoledì è ancora Atalanta-Lazio. Gli uomini di Simone Inzaghi devono vendicare l’eliminazione dalla Coppa Italia e partono fortissimo.

Al 2’ sono già in vantaggio: biancocelesti che recuperano alto il pallone; Marusic dal limite lascia partire un destro a giro che sorprende Gollini e si spegne nell’angolo lontano. Lazio davvero indemoniata!

Al 31’ magia di Luis Alberto che si libera sullo stretto e serve Immobile, il quale crossa di prima per la corrente Milinkovic Savic; sul colpo di testa del fantasista serbo è il palo a dire di no al raddoppio laziale. Il primo tempo è un assolo degli ospiti che però non riescono ad aumentare il divario sui padroni di casa.

Primo tempo che termina 0-1 e lascia all’Atalanta la possibilità di riprendere la partita. La seconda frazione di gioco, però, inizia come era terminata la prima. Al 51’ è 0-2! Rinvio lungo di Reina nella zona di Immobile; l’attaccante campano, sfruttando l’incomprensione tra Djimsiti e Palomino, spizza di testo e mette Correa uno contro uno con Gollini.

“El Tucu” super Gollini e appoggia in rete. Atalanta irriconoscibile che non riesce ad essere padrona del gioco come ci ha da tempo abituati. Al 65’ azione fotocopia dello 0-2: rinvio di Reina, fraseggio in mezzo al campo e palla oltre la difesa nerazzurra.

Questa volta Lazzari, lanciato a rete, sbatte su Gollini. Al 79’ reazione d’orgoglio degli uomini di Gasperini: magia di Muriel che si libera col tacco di Acerbi. A tu per tu con Reina centra il palo; sulla ribattuta il più lesto è Pasalic che accorcia le distanze e riaccende le speranze atalantine. Speranze che durano pochi minuti.

Difesa orobica ancora disposta male sulla verticalizzazione di Milinkovic Savic. Andreas Pereira si presenta davanti a Gollini e serve Muriqi che insacca a porta vuota il definitivo 1-3.

Vittoria di grande importanza per la Lazio che, con questi tre punti, supera l’Atalanta in classifica e si avvicinano considerevolmente alla zona Champions. Battuta d’arresto inaspettata per gli uomini di Gasperini che sono apparsi in riconoscibili viste le ultime presenze al quale ci avevano abituati.

Tabellino:

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Maehle, Freuler (78′ Caldara), De Roon, Ruggeri (46′ Malinovskyi); Miranchuk (54′ Pasalic), Ilicic (67′ Lammers); Zapata (54′ Muriel). A disp: Sportiello, Rossi, Scalvini, Gyabuaa, Pessina. All.: Gian Piero Gasperini

LAZIO (3-5-2): Reina; Patric (38′ Musacchio), Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva (80′ Escalante), Luis Alberto (59′ Akpa Akpro), Marusic; Correa (81′ Pereira), Immobile (80′ Muriqi). A disp: Alia, G. Pereira, Hoedt, Parolo, Lulic, Fares. All.: Simone Inzaghi

Arbitro: Daniele Chiffi (Padova)

Marcatori: 3′ Marusic (L), 51′ Correa (L), 79′ Pasalic (A), 82′ Muriqi (L)

Ammoniti: Patric, Musacchio (L).

 

Servizio Fotografico a cura di Giacomo Cosua