Nell’anticipo delle 18:00 del sabato a far visita alla Juventus di Andrea Pirlo c’è la Roma. Giallorossi che non stanno passando un momento felice a causa delle tensioni interne, mentre bianconeri vogliono proseguire nel loro percorso di risalita in classifica.

I primi minuti di partita sono equilibrati, con le due squadre che fin da subito dimostrato di voler portare a casa il massimo della posta in palio.

L’equilibrio viene spezzato dal solito Cristiano Ronaldo. Al 13’ Alex Sandro sfonda sulla sinistra e serve Morata a centro area; il centravanti spagnolo, spalle alla porta, appoggia il pallone a CR7. Il portoghese controlla di destro e di sinistro, da fermo, batte Pau Lopez.

Pallone all’angolino e Juventus in vantaggio. La reazione della Roma non si fa attendere. Uomini di Fonseca vicinissimi al pareggio con capitan Cristante. Il centrocampista azzurro calcia di controbalzo dal limite dell’area; palla che termina di poco oltre il palo.

Ronaldo sente che la squadra sta abbassando il baricentro e decide di rispondere a tono alle avanzate giallorosse: Morata lo serve in area di rigore e la sua conclusione, deviata da Kumbulla, si infrange sulla traversa e rimbalza sulla linea prima di uscire di porta. Ancora una volta Ronaldo dimostra di essere il più pericoloso in zona offensiva per la Juventus.

Embed from Getty Images

E’ una partita aperta e le occasioni fioccano da una parte all’altra. Il più pericoloso per la Roma, è Mancini che, nei calci piazzati, in area di rigore, è un vero e proprio pericolo pubblico. Per i bianconeri, invece, è sempre il nativo di Madeira ad essere l’incubo per numero uno per i difensori avversari.

Embed from Getty Images

La seconda frazione di gioco inizia sulla falsariga del primo tempo: squadre che si affrontano a viso aperto, con la Roma che cerca di riprendere la partita. Uomini di Fonseca che, non riuscendo a sferrare la zampata vincente, cercano negli ingressi di Dzeko e Carles Perez di trovare quello che è mancato fino a quel momento. 
Sono proprio i cambi a spostare gli equilibri e a dare un’impronta netta alla gara e sono quelli effettuati da Andrea Pirlo.

Embed from Getty Images

Cuadrado, appena entrato al posto di McKennie imbuca per Kulusevski, anch’esso subentrato nella ripresa; il giovane fantasista svedese la mette in mezzo per Ronaldo sull’uscita di Pau Lopez; sul pallone, però, arriva per primo Ibanez che devia nella propria porta. Al 70’ è 2-0 Juventus.

Negli ultimi minuti di gara la Roma reagisce d’orgoglio e va più volte vicina ad accorciare le distanze, ma senza mai riuscirci. Termina 2-0 all’Allianz Stadium!

Ennesima sconfitta contro una big per la squadra di Fonseca. Juventus trascinata dal solito Ronaldo, con questi tre punti supera la Roma e si avvicina sensibilmente alla vetta della classifica, in attesa del recupero del match contro il Napoli.

TABELLINO

Juve (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci (40′ st de Ligt), Chiellini, Alex Sandro (40′ st Demiral); Chiesa (37′ st Bernardeschi), Arthur, Rabiot, McKennie (20′ st Cuadrado); Morata (20′ st Kulusevski), Ronaldo. A disp.: Buffon, Pinsoglio, Di Pardo, Dragusin, Frabotta, Peeters. All.: Pirlo

Roma (3-5-2): Pau Lopez; Mancini, Ibanez, Kumbulla; Karsdorp (26′ st Peres), Villar (17′ st Diawara), Cristante (17′ st Perez), Veretout, Spinazzola; Mkhitaryan, Mayoral (17′ st Dzeko). A disp.: Mirante, Fuzato, Santon, Pastore, Ciervo, Calafiori. All.: Fonseca

Arbitro: Orsato

Marcatori: 13′ Ronaldo (J), 24′ st aut. Ibanez (R)

Ammoniti: Arthur, Ronaldo (J), Mancini, Kumbulla (R)

Embed from Getty Images

Servizio Fotografico a cura di Positive Agency

Foto aggiuntive embedded da Getty Images.