Gewiss

Al Gewiss Stadium va in scena Atalanta-Napoli valevole per la 23a giornata di Seria A. Entrambe le squadre sono appaiate a quota 40 in classifica e sperano poter dare continuità alle vittorie delle giornate precedenti. Gasperini punta sul tandem colombiano Muriel-Zapata, Gattuso risponde con Osimhen terminale offensivo.

Il primo episodio del match fa subito discutere: delizioso filtrante di Muriel per Pessina, che entra in area e viene toccato da dietro da Mario Rui. Di Bello dice che è tutto regolare ma l’episodio desta più di qualche dubbio, soprattutto a Gasperini che viene allontanato per proteste.

Le due squadre si affrontano a viso aperto con l’Atalanta che tiene maggiormente il pallino del gioco. Pessina è il più pericoloso dei suoi ma bergamaschi che non riescono a trovare la via del gol; primo tempo che si conclude sul risultato di 0-0.

La seconda frazione l’equilibrio viene spezzato dopo sette minuti dal solito Duvan Zapata! Azione strepitosa di Luis Muriel sulla sinistra e sul cross, Zapata, sovrasta Mario Rui e fa 1-0. La reazione dei partenopei non si fa attendere e al 58’ trovano il pareggio. Lancio fantastico di Politano per Zielinski, che al volo batte Gollini.

La partita è un saliscendi di emozioni e sono ancora gli orobici a scappare in avanti! Il solito Muriel giuda la manovra offensiva dei suoi, serve Zapata che la mette rasoterra in area per l’arrivo della corrente Gosens. Di Lorenzo non è impeccabile in fase difensiva e l’esterno tedesco riporta avanti i suoi.

Non c’è un minuto di sosta e Luis Muriel si prende definitivamente la scena al minuto 71: sfrutta un brutto pallone perso da Bakayoko e parte puntando la difesa avversaria. Nell’uno contro uno supera Rrahmani e lascia partire un sinistro imprendibile per Meret, 3-1.

Quando la partita sembra segnata, il Napoli la riapre! Cross tagliato di Politano e la difesa atalantina non è impeccabile nel rinvio: sul pallone arriva Gosens che la devia nella propria porta. A mettere il punto definitivo sulla partita è “el cuti” Romero! Il difensore ex Genoa è il più veloce ad arrivare sulla spiazzata di Djimsiti e fa 2.

Nei minuti finali grande spavento per Osihmen: il giovane attaccante nigeriano rimane a terra privo di sensi dopo un colpo ricevuto. Il giocatore viene trasportato fuori dal campo in barella e le sue condizioni destano grossa preoccupazione in campo.

Vittoria importante per l’Atalanta in vista dell’andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Real Madrid. Per gli uomini di Gattuso un passo indietro rispetto alla vittoria contro la Juventus.

Tabellino:

Atalanta-Napoli 4-2 (primo tempo 0-0)

Marcatori: 7′ s.t. Zapata (A), 13′ s.t. Zielinski (N), 19′ s.t. Gosens (A), 26′ s.t. Muriel (A), 30′ s.t. aut. Gosens (A), 34′ s.t. Romero (A)

Assist: 7′ s.t. Muriel (A), 13′ s.t. Politano (N), 19′ s.t. Zapata (A), 34′ s.t. Djimsiti (A)

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Djmsiti; Maehle (45′ s.t. Sutalo), De Roon, Freuler (33′ s.t. Pasalic), Gosens; Pessina (38′ s.t. Palomino); Muriel (38′ s.t. Miranchuk), Zapata (45′ s.t. Malinovskyi). All. Gasperini

Napoli (4-3-2-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Maksimovic (33′ s.t. Koulibaly), Mario Rui (33′ s.t. Ghoulam); Fabiàn Ruiz, Bakayoko, Zielinski (40′ s.t. Lobotka); Elmas (8′ s.t. Insigne), Osimhen, Politano. All. Gattuso

Arbitro: Marco Di Bello, Brindisi.

Ammoniti: 6′ p.t. Di Lorenzo (N), 10′ s.t. Djimsiti (A), 41′ s.t. Gosens (A)

Espulsi: 26′ p.t. Gasperini (A)

Servizio Fotografico: Giacomo Cosua