Atalanta dilaga a Parma: è 5-2! La Dea si abbatte come un ciclone contro il Parma già retrocesso

Atalanta

L’Atalanta di Gian Piero Gasperini, in piena corsa per un posto in Champions, va a fare visita al Parma già retrocesso. Gli orobici che non possono permettersi passi falsi dopo la vittoria del Napoli a La Spezia. La sfida dell’andata terminò con un sonoro 3-0 per l’Atalanta.

Un solo punto negli ultimi sette incroci per gli emiliani. D’Aversa sceglie Cornelius come unica punta affiancato da Gervinho e Kucka. L’Atalanta risponde con Zapata unica punta, supportato da Ilicic e Malinovskyi. Gioca Sportiello per lo squalificato Gollini.


E’ subito l’Atalanta a fare la partita, gli uomini di Gasperini dettano i ritmi e il Parma si difende. Al 12’ è già vantaggio ospite: Ilicic pesca Malinovskyi al limite dell’area. Il trequartista ucraino controlla e lascia partire una botta che si insacca a fil di palo sulla destra di Sepe. 1-0!

Atalanta continua a pressare con il Parma che non riesce ad uscire dalla propria metà campo. Al 20’ Ilicic pesca l’inserimento di Gosens; la spizzata dell’esterno tedesco termina di un soffio a lato. Passa un solo minuto e la combinazione è in fotocopia: Ilicic per Gosens ma questa volta Sepe non si fa sorprendere.

Si gioca ad una sola porta! Al 31’ sempre Ilicic di tacco libera Freuler che mette in mezzo per Zapata; il colombiano impatta e colpisce in pieno la traversa. Si va al riposo con l’Atalanta in vantaggio. L’1-0 alla Dea sta stretto! La ripresa è un vero e proprio uragano atalantino che si abbatte sul Parma. Gasperini inserisce subito Pessina e Muriel per Ilicic e Zapata.

Al 52’ è proprio il gioiellino con la maglia 32 dell’Atalanta a raddoppiare. Muriel serve Pessina al limite dell’area, il centrocampista azzurro entra in area a calcia sul secondo palo, battendo Sepe. Gli orobici sono la squadra che ha segnato più gol grazie alle riserve: 16.

D’aversa capisce le difficoltà dei suoi e corre ai ripari e inserisce Pelle e valenti per Gervinho e Grassi. Nell’ultimo quarto d’ora, grazie ad una serie di cambi per gli ospiti, succede di tutto e vengono addirittura 5 gol. Al 77’ Muriel fa 3-0! Pasalic serve Muriel in area che a tu per tu davanti a Sepe apre il piatto e lo batte. Non passa nemmeno un minuto e il Parma sorprendentemente va in rete.

Busi prende il tempo Maehle e serve Brunetta che a porta praticamente vuota fa 3-1! Al 86’ il tandem Pessina-Muriel allungano il divario: Pessima prova a piazzare col piatto, ma Sepe è reattivo e devia sul palo. Sulla ribattuta si getta Muriel che mette dentro. Passano due minuti e Gasperini diventa una furia perché il Parma va in rete con troppa facilità! Pelle ruba palla sulla trequarti e serve Sohm che approfitta di una disattenzione dei centrali dell’Atalanta, salta Sportiello e deposita in rete. Non è ancora finita perché al 93’ segna ancora la Dea. Questa volta è Miranchuk. Pasalic calcia addosso a Sepe, la palla torna al trequartista che prova a concludere nuovamente ma la palla finisce a Miranchuk che di potenza fa 5-2! L’Atalanta vince e si porta a quota 72 al secondo posto in solitaria. A tre giornate dal termine gli uomini di Gasperini ipotecano la qualificazione in Champions.

Parma (4-3-3): Sepe; Busi, Alves, Osorio, Gagliolo (35′ st Conti); Grassi (15′ st Valenti), Sohm, Kurtic; Kucka (31′ st Camara), Cornelius (31′ st Brunetta), Gervinho (15′ st Pellè).
A disp.: Colombi, Rinaldi, Balogh, Bani, Laurini, Zagaritis, Dierckx. All.: D’Aversa

Atalanta (3-4-2-1): Sportiello; Palomino, Romero, Djimsiti; Maehle, De Roon, Freuler (31′ st Pasalic), Gosens (23′ st Hateboer); Ilicic (1′ st Pessina), Malinovskyi (13′ st Miranchuk); Zapata (1′ st Muriel). A disp.: Gelmi, Rossi, Lammers, Caldara, Kovalenko, Ruggeri. All.: Gasperini

Arbitro: Giua

Marcatori: 12′ Malinovskyi (A), 7′ st Pessina (A), 32′ st, 41′ st Muriel (A), 33′ st Brunetta (P), 43′ st Sohm (P), 48′ st Miranchuk (A)

Ammoniti: Grassi (P), Hateboer (A)

Servizio Fotografico a cura di Giacomo Cosua