Now Reading:
Weekend Under21: le partite dei giovani azzurrini.
Full Article 5 minutes read

Il lungo Weekend di Serie A si è concluso senza grandi cambiamenti in classifica generale dopo l’undicesima giornata.

La massima categoria è sempre capitanata da una Juventus pigliatutto che oramai non lascia spazio a nessuno. Non è però di quello che vogliamo parlare, quanto una analisi dei calciatori della Nazionale Under21 che prossimamente incontrerà a Ferrara l’Inghilterra e a Reggio Emilia la Germania. Come hanno giocato i ragazzi di Luigi di Biagio? Analizziamo gli undici titolari che hanno giocato nell’ultima partita contro la Tunisia.

Emil Audero

La Sampdoria di Emil Audero è caduta fragorosamente in casa sotto i colpi del Torino, che ha rifilato al portierone ex Juve e Venezia ben 4 gol.

Davide Calabria

Il Milan di Davide Calabria ha acciuffato la vittoria all’ultimo secondo contro l’Udinese di Rolando Mandragora: per il Milan, dopo un avvio abbastanza titubante ancora una vittoria che fa rialzare le quotazioni di mister Gattuso.

Alessandro Bastoni

Con la Tunisia aveva giocato il giocatore classe 1999 del Parma Alessandro Bastoni, alla seconda presenza in Under21. Il suo Parma dopo una deludente sconfitta contro l’Atalanta, questa volta porta via un punto nella sfida contro il Frosinone. Bastoni è subentrato a Ceravolo al 73′.

under21

Moise Kean

Il numero 9 con la Tunisia era stato assegnato al giovane talento bianconero Moise Kean, che proprio a Vicenza aveva segnato, seppur di rigore il suo primo gol con gli azzurrini. Non ancora schierato in campo da Mr Allegri, il giovane bianconero tra l’altro si è anche infortunato: il bollettino parla di un trauma distrattivo ai flessori della coscia sinistra. Per Kean uno stop che non ci voleva, visto anche l’impegno imminente con la Nazionale e un possibile esordio stagionale con la maglia della Juve che per ora è rimandato.

Rolando Mandragora

Rolando Mandragora, capitano dell’Under21 non sta vivendo un bel momento con la maglia dell’Udinese. I friulani nelle ultime 6 partite hanno trovato solo un punto contro il Genoa e sono usciti sconfitti contro Lazio, Bologna, Napoli, Juventus e Milan. C’è ancora tempo per recuperare per una squadra che ha scommesso sull’allenatore totalmente sconosciuto il Serie A e una serie infinita di giocatori stranieri.

Vittorio Parigini

Vittorio Parigini, maglia numero 11 in azzurrino ha visto la partita contro la Sampdoria (vinta come si diceva prima dai suoi compagni di squadra) dalla panchina in quanto Walter Mazzarri ha deciso di non utilizzarlo: sarà per la prossima volta.

Luca Pellegrini

Nicolò Zaniolo

A Firenze è andato in scena uno dei big match dell’undicesima giornata, ovvero Fiorentina Vs Roma. Tra le fila dei giallorossi hanno giocato Luca Pellegrini e Nicolò Zaniolo riusciti a strappare nel finale il pareggio alla squadra dell’ex azzurrino Federico Chiesa. Per i due giovani azzurri una buona prestazione che di certo ha fatto salire le quotazioni in vista delle prossime amichevoli azzurre. Pellegrini all’87’ si è beccato pure un cartellino giallo, mentre Nicolò Zaniolo è stato sostituito da Di Francesco al 67′ rimpiazzato da Bryan Cristante.

home

Riccardo Orsolini

Non se la passa bene neppure Riccardo Orsolini, sbarcato a Bologna la scorsa stagione. Il giocatore 1997, dopo un gran gol contro l’Udinese, vive un momento di squadra altalenante. Contro l’Atalanta in casa Filippo Inzaghi lo ha fatto entrare sul terreno di gioco al 73′, senza però andare a rete. Il Bologna ha perso contro la squadra di Gasperini 2-1 e, risultato che al presidente Saputo non è andato certamente giù.

Filippo Romagna

Filippo Romagna, difensore del Cagliari è rimasto in panchina contro la Juventus. L’azzurrino a Torino è di casa, visto che ha svolto tutto il periodo del settore giovanile con addosso cucita la maglia bianconera assieme ad Emil Audero. Il Cagliari dopo essere passato in vantaggio ha perso 3-1.

Manuel Locatelli

Ultimo nella lista dei titolari di Di Biagio c’è Manuel Locatelli. L’ex stellina del Milan si è accasato al Sassuolo che è una delle sorprese di questa stagione. Entrato all’80 sostituendo il figlio dell’allenatore della Roma Di Francesco, ha aiutato i suoi compagni a vincere al Bentegodi contro un Chievo oramai allo sbando, che non ha neppure un punto in classifica, anzi è ancora a -1 vista la penalizzazione inflitta ad inizio campionato dalla giustizia sportiva.

Il prossimo weekend analizzeremo gli altri giocatori azzurri che con la Tunisia sono rimasti in panchina o entrati a partita in corso.

Fotografie di Giacomo Cosua

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Input your search keywords and press Enter.