Positive Agency

Siamo una agenzia creativa focalizzata nel produrre strategie innovative di comunicazione per calciatori, procuratori e società sportive, aperte ad un nuovo approccio digitale

Juve, capolinea Champions.

Champions

Riassumendo: la sfortuna infierisce sempre su chi errori fa. La storia della Champions ha una mitragliata continua nei confronti della Juventus, tuttavia la ripetitività di certe eliminazioni non può essere imputata solo al caso.

Champions
Andrea Pirlo

Due anni di seguito agli ottavi con avversari definiti “abbordabili”, non scarsi certamente ma nemmeno insuperabili, hanno prodotto lo stesso identico schema: 3/4 del tempo delle due partite una squadra assente, errori madornali davanti e dietro

(ieri Morata al 3′, Demiral sul rigore, Ronaldo e un po’ Scesny sulla punizione, tra l’altro puntualmente generosa da parte dell’arbitro), la traversa fatale di Cuadrado, qualche dimenticanza arbitrale (il rigore allo scadere a Porto), un solo giocatore (stavolta Chiesa, 3 gol tra andata e ritorno) in grado di reggere il peso della sfida.

Poi è chiaro, l’anno è di transizione, l’allenatore buttato in mischia quasi a sua insaputa, troppi giocatori sbagliati, un centrocampo debole, un attaccante di ritorno, molti infortuni, una palese discontinuità (ma sono nettamente di più le brutte partite).

Champions
Cristiano Ronaldo

Il presente è quello che è, il futuro assai incerto. A cominciare da Ronaldo, l’uomo chiamato per il sogno Champions e proprio l’uomo che quel sogno ieri ha aiutato corposamente a distruggere.

Champions
Federico Chiesa

Nel bene e nel male, un giocatore che ha posto più interrogativi e problemi, anziché risolverli. In campo e nel portafogli. Perché l’arroganza (e l’operazione Ronaldo ha un indizio forte di arroganza) si paga.

Giustamente. E si torna sempre al vero colpevole: la società.

Champions
Servizio fotografico a cura di Giacomo Cosua

Total
0
Shares
Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Prev
Le mani di Conte sullo Scudetto.
Conte

Le mani di Conte sullo Scudetto.

Nel Monday Night della 26a giornata, a San Siro, l’Inter di Antonio Conte ospita

Next
Il Parma torna a sperare: 2-0 alla Roma.
Parma

Il Parma torna a sperare: 2-0 alla Roma.

La Roma reduce dalla vittoria nell’andata degli ottavi di Europa League contro

You May Also Like