È stata fatale a Leonardo Semplici la partita contro il Sassuolo: il tecnico toscano, che riuscì nell’impresa di portare la Spal dopo 49 anni in serie A e di farla rimanere nella massima serie per ben 3 stagioni è stato esonerato. La sconfitta casalinga per 2-1 è stata l’ultima di una serie di prestazioni negative che ha portato la dirigenza spallina a decidere per l’esonero. Sarà dura per la Spal salvarsi quest’anno, visti anche gli scontri diretti sfavorevoli con le avversarie in basso alla classifica. A sostituire Semplici è arrivato a Ferrara Gigi di Biagio, rimasto senza panchina dopo la scottante eliminazione agli Europei Under 21 di quest’estate.

Luigi di Biagio, nuovo tecnico della SPAL Ferrara

Il tecnico romano riuscirà a risollevare la squadra ferrarese dall’ultimo posto in classifica? Per la squadra di De Zerbi invece la musica è ben diversa. Nelle ultime partite ha infilato una serie di risultati altamente positivi, con la vittoria in casa contro il Torino, il pareggio in trasferta contro la Sampdoria e poi la sorprendente vittoria contro la Roma all’Olimpico. La nuova vittoria a Ferrara nel derby emiliano-romagnolo consolida la posizione del neroverdi che possono guardare con tranquillità al campionato.

LA PARTITA:

Ad aprire le marcature ci ha pensato il nuovo arrivato in casa biancazzurra: il difensore Kevin Bonifazi, prelevato dal Torino è riuscito a sfruttare un errore in uscita di Consigli che di fatto gli ha consegnato un pallone d’oro: colpo di testa e gol. Bonifazi ha esultato correndo verso la panchina, a ringraziare proprio il tecnico della Spal Semplici. La gioia del gol però è stata interrotta nel secondo tempo: l’arbitro Giacomelli di Trieste al 65′ concede un rigore al Sassuolo a causa di una ingenuità del difensore spallino Tomovic, oramai osteggiato anche dai propri tifosi. La partita sembrava avviarsi sul pareggio ma al 90′ ci ha pensato il numero 7 neroverde Jeremie Boga. Un gol che ha mandato su tutte le furie la tifoseria di casa e ha decretato l’esonero di Semplici.

Foto di Giacomo Cosua

Tagged: